Vai al contenuto

Archivio:

Testualità cs

La critica del linguaggio come linguaggio della critica

L’Internationale Situationniste nella sua critica teorica e pratica della società dello spettacolo ovviamente si è occupata anche del linguaggio. Le parole, come le immagini, hanno un potere ed esprimono quei poteri a cui sono assoggettate, cui servono. Una critica radicale della società esistente non può prescindere dalla critica radicale del linguaggio, dei suoi usi, dei […]

The art of typewriting

The beloved typewriter—its utilitarian beauty, the pleasing percussive action of striking its keys, the singularity of the impressed page—is enjoying a genuine renaissance across the creative industries.In this authoritative publication, the founders of the Sackner Archive of Visual and Concrete Poetry, the largest such collection in the world, apply their experience, mining the collection they […]

Style : writing from the underground : (r)evolutions of aerosol linguistics

Il Writing, è la pratica di dipingere con la vernice spray il proprio pseudonimo sui muri, sui vagoni dei treni e metropolitane e su tutte le superfici abbordabili. Nato a New York 25 anni fa, questo fenomeno si è diffuso rapidamente in tutto il mondo occidentale e da alcuni anni dilaga anche in Italia. Ma […]

Graffiti : poetiche della rivolta

Graffiti? Non usate quella parola! O anche sì… Postmedia books pubblica un libro sui graffiti, scritto da Marcello Faletra. E apre più di un interrogativo. Andando a fondo su una questione di estrema attualità come l’arte urbana… [Artribune] Alla politica del non-tempo e del non-luogo perseguita dall’immagine della città come prolungamento di centri commerciali i […]

Che cos’è una fanfiction

La fanfiction è una narrazione scritta dai fan di un’opera appartenente al mondo letterario, cinematografico, televisivo o di altra natura, prendendo spunto dagli intrecci di un lavoro originale, ma anche da personaggi famosi realmente esistenti. Questo libro documenta come lo sviluppo delle fanfiction contemporanee vada di pari passo con la nascita di comunità di appassionati […]

Una storia della lettura

Una storia della lettura non è “la storia” della lettura, ma è, appunto, “una storia” della lettura – soggettiva, unica, parziale, passionale, intima. Con rigore e con una leggerezza che è sempre affabilità, Manguel parte da annotazioni personali, passi autobiografici, aneddoti che dissacrano la letteratura in quanto scienza e arriva a celebrare la superiorità della […]

La tirannia dell’alfabeto : ripensare la scrittura

Con “L’origine della scrittura” ha rinnovato il panorama degli studi sui sistemi di scrittura. In questo nuovo provocatorio saggio, l’autore continua a demolire i luoghi comuni che l’Occidente ha legato all’idea di una supremazia della propria scrittura. Secondo Harris, che conduce una critica serrata ai pregiudizi della linguistica moderna, la storia dell’alfabeto è in realtà […]

Margini dell’estetica

Il libro presenta un’analisi in chiave decostruzionista di cinque categorie fondamentali per l’estetica: autore, lettore, opera, riferimento, autonomia. Partendo dalla riflessione di Derrida, ma confrontandosi anche con autori come Eco, Barthes, Foucault, Marin, Martino Feyles si interroga sui rapporti tra estetica, grammatologia e semiotica. Lavorando in questa zona di intersezione, l’autore segue i movimenti di […]

Il testo digitale : leggere e scrivere nell’epoca dei nuovi media

Nel testo di Alessandra Anichini emerge un problema squisitamente attuale: cosa accade alla scrittura nel tempo delle tecnologie informatiche, dell’uso del computer, della comunicazione in tempo reale? C’è un recupero dell’oralità? C’è un décalage della scrittura stessa? C’è uno stile, semplificato e arboreo al tempo stesso, che si pone come forma di testualità? C’è un […]

La parola si fa spazio : poesia concreta e poesia visiva

Dalla sperimentazione futurista alle avanguardie verbovisive della seconda metà del Novecento, lo spazio si configura come un elemento cardine dell’agire estetico, sia come principio compositivo nell’articolazione del segno grafico sulla pagina, sia come ambiente da cui è sollecitata e in cui si colloca l’opera. Il presente volume, attraverso un’analisi dedicata principalmente alla poesia concreta e […]

Documentalità : perché è necessario lasciar tracce

Una società priva di memoria e di registrazioni è inimmaginabile, poiché ogni ruolo e ogni accordo poggia sulla memoria, e ogni comportamento sull’imitazione: ecco perché gli archivi e i documenti sono centrali nella vita della società e dei singoli. La centralità della ‘documentalità’ è ancor più evidente di fronte ai fenomeni macroscopici degli ultimi anni: […]

L’inquietudine del sapere : scritti di teoria della bibliografia

Stephane Mallarmé, in un suo memorabile scritto sul concetto di libro, del resto, affermava che il poema sembra legato ad una parola che non può interrompersi in quanto essa non parla, essa è. Il poema non è questa parola, essa è inizio, ed essa non comincia mai, ma dice sempre di nuovo e sempre ricomincia. […]

Bibliografia e sociologia dei testi

Un insieme di riflessioni sugli usi sociali della scrittura e sul potere che deriva dal controllarne la produzione, l’impiego e il significato. Questo eccellente studio di D.F. McKenzie rappresenta in maniera emblematica le possibili riflessioni sugli usi sociali della scrittura, la quale non è mai neutra. Chi ne controlla la produzione, l’impiego, il significato detiene […]

Il passato è il prologo : due saggi di sociologia dei testi

Donald F. McKenzie, studioso della bibliografia angloamericana tradizionale, sostenne un nuovo e più potente metodo di indagine nel campo della bibliografia, basandosi su quella che egli definì ‘la sociologia dei testi’. Di fatto, guidò e promosse il movimento intellettuale che aprì la bibliografia testuale e storica tradizionale alla storia del libro, un nuovo orientamento che […]

Cultura scritta e società

In che modo le caratteristiche materiali del testo ne condizionano la comprensione e il significato? Il problema, già affrontato da Chartier in altri saggi, è qui esteso alla sfera del testo teatrale. Roger Chartier pone al centro della sua riflessione il rapporto tra produzione e circolazione del libro e i suoi molteplici usi e “appropriazioni” […]

Ascoltare il passato con gli occhi

“Verba volant scripta manent”: non è vero. La scrittura non resta, come recita il noto proverbio latino; al contrario è labile, allo stesso modo della condizione della memoria. La paura continua della perdita e della dimenticanza, della fragilità e dell’instabilità che percorre molte opere letterarie dell’Europa moderna non è solo metaforica ma, come ci ricorda […]

Gli uomini e i testi

Il volume si presenta come un’agile ricostruzione della storia sociale del libro e del rapporto che l’uomo ha tessuto con il testo. Vuole indagare come, dall’incisione su tavolette, passando poi dal rotolo e dalla tecnologia della stampa fino alla scrittura digitale, il lettore e lo scrittore abbiano progressivamente modificato il loro legame rimettendo in discussione […]

Lo spazio dello scrivere : computer, ipertesto e la ri-mediazione della stampa

Il libro non si limita a passare in rassegna i nuovi mezzi, alla luce dei processi di digitalizzazione e dell’esplosione del word widw web, ma ne indaga le radici culturali, portando alla luce i debiti che le tecniche più avanzate hanno contratto con l’intera riflessione filosofica sul significato della scrittura, della memoria e dell’arte. Il […]

Oralità e scrittura : le tecnologie della parola

Nelle culture orali il pensiero e l’espressione richiedono strutture e forme di organizzazione estranee alle culture alfabetizzate. È stata l’introduzione della scrittura a trasformare lo stile cognitivo e la coscienza degli uomini, producendo nuovi modelli di pensiero che hanno reso possibile l’enorme sviluppo della cultura. Punti di svolta altrettanto decisivi sono stati l’invenzione della stampa […]

Ctrl+C, Ctrl+V : scrittura non creativa

E se a reinventare la letteratura fossero proprio quelle tecniche di scrittura rimaste a lungo escluse dal suo campo d’azione, come l’elaborazione testi, la programmazione e la crittografia? Se a dare nuova sostanza all’atto creativo fossero il plagio, l’appropriazione, il furto e quindi, in fin dei conti, la non originalità? In questo libro/manifesto – veloce, […]

Mallarmé, la tipografia e l’estetica del libro

Non a tutti è noto il fatto che Mallarmé, il più arduo e aristocratico dei poeti simbolisti, fosse pure un raffinato intenditore di tipografia, attentissimo a tutti gli aspetti materiali che riguardano la stampa e i libri. Il testo più emblematico di questo peculiare interesse è il poemetto “Coup de dés”, ma nell’elaborazione formale di […]

Scrittura e filologia nell’era digitale

Questo libro è un’introduzione al fenomeno della testualità digitale rivolta a studenti e ricercatori dell’area umanistica. Il volume è strutturato in quattro parti più un’appendice didattica disponibile in rete e costantemente aggiornata. Nella prima parte viene discusso il rapporto fra la comunicazione scritta e i suoi supporti. Lo scopo è mostrare come l’impatto di ciascun […]

La grande invenzione : storia del mondo

Questo libro parla di un’invenzione ancora avvolta nel mistero: la scrittura. È ormai quasi sicuro che sia stata concepita da zero più volte nella storia. Ma come si è arrivati a questa rivoluzione? Che cosa ci ha portato a scrivere? Per aiutarci a svelare questo arcano, Silvia Ferrara ci guida alla scoperta delle scritture inventate […]

Interpunzioni creative : esempi letterari degli anni duemila

Il volume si propone di definire ed esemplificare un paradigma significativo di usi “creativi” della punteggiatura italiana contemporanea, in particolare del punto fermo, della virgola, del punto e virgola, dei due punti, delle parentesi tonde, delle lineette doppie, della lineetta semplice, del punto interrogativo, del punto esclamativo e dei puntini di sospensione. Con usi “creativi” […]

L’ipertesto : tecnologie digitali e critica letteraria

L’ipertesto segna l’apertura di un nuovo spazio della scrittura, quello digitale. Questo nuovo orizzonte della produzione, trasmissione e diffusione del sapere, reso possibile dalle nuove tecnologie, mette in discussione la natura stessa dei concetti che stanno alla base della nostra tradizione culturale: i concetti di testo, autore, lettore, narrativa e storia della letteratura.