L’arte ornamentale di Auguste Racinet, piacere degli occhi

Oggi vi parlo di un personaggio che non è immediatamente riconducibile al mondo dell’editoria indipendente ma che ha avuto, anche se mai riconosciuta, grande influenza sulla grafica psichedelica ed in generale su quella che è stata l’estetica degli anni Sessanta: Albert Charles Auguste Racinet.
Racinet, nato 20 luglio 1825 a Parigi, è stato uno studioso del costume, illustratore e pittore ancora oggi venerato da un certo mondo della moda.
Si avvicina alla litografia ed al disegno grazie al padre Charles-Auguste Racinet per poi studiare presso l’Ecole de Dessin di Parigi.
Gran parte della sua fortuna la si deve alla pubblicazione di due importanti volumi sulla storia del design e del costume: Le costume historique e L’Ornement polychrome.
Pubblicati inizialmente in dieci fascicoli tra il 1869 e il 1873 dall’editore Firmin-Didot, questi lavori rappresentano una collezione grafica suddivisa in 100 tavole che analizzano le arti decorative dall’antichità fino al XVIII secolo.
Il lavoro ebbe subito un enorme successo in tutta Europa tanto che nel 1885 Racinet ne pubblicò una seconda serie, questa volta di 120 tavole con aggiornamenti che arrivavano anche ai disegni del XIX secolo.
Le immagini presentate in entrambe le pubblicazioni riguardano un’infinità di tecniche, stili e grafiche, tra cui la lavorazione del legno, dei metalli, l’architettura, i tessuti, la pittura e la ceramica provenienti dalle culture di tutto il mondo.
Pur basandosi su capolavori della storia del design, le fantastiche riproduzioni in policromia di L’Ornement polychrome, realizzate da numerosi abili tipografi dell’epoca, possono essere considerate opere d’arte a pieno titolo.
Per Racinet infatti, lo scopo di una tale raccolta non era solo quello di celebrare i maestri del passato, ma anche di ispirare i suoi contemporanei.
Prima del suo lavoro, molto successo aveva ottenuto la pubblicazione del volume storico di Owen Jones, The Grammar of Ornament del 1856 che contribuì gli studiosi di grafica e ornamento a cimentarsi in opere altrettanto ricche di approfondimenti storici.
Il lavoro di Racinet riprende dunque il formato delle tavole di Owen Jones nel tentativo però di presentare più esempi di un periodo storico o di uno stile su una singola pagina.
Molte pagine risultano così belle da essere esse stesse divenute nel tempo esempi di design di altissimo livello.
Le pagine di Racinet, diversamente da quelle di Owens sono impreziosite dall’utilizzo di inchiostri metallici quali oro e argento dando al tutto un aspetto ancora più ricco e sfarzoso.
Non perdete l’occasione di godere delle bellezze del suo lavoro direttamente nella scansione a disposizione di tutti che trovate QUI.
Una ricchezza incredibile, una infinita serie di stimoli, spunti ed in generale un massaggio per i vostri occhi che troveranno nella sua raccolta un piacere difficilmente riscontrabile altrove.